ambient marketingguerrilla marketingMarketing non convenzionalesocial marketing

AAA vendesi inquinamento

Pubblicato il

Questa è una campagna che mi tocca particolarmente. Una delle cose più mi infastidiscono è camminare su distese di rifiuti generati dalla pigrizia di persone che trovano troppo faticoso gettare mozziconi di sigarette, avanzi di cibo e schifezze varie in appositi contenitori ubicati due passi più in là.

Sposo dunque la causa della Surfrider Foundation, organizzazione no-profit dedita alla protezione degli oceani di tutto il mondo, dall’acqua alle spiagge, e segnalo questa azione di unconventional marketing. Seguendo le indicazioni dell’agenzia Saatchi & Saatchi di Los Angeles, alcuni dei 500 mila membri dell’organizzazione hanno raccolto rifiuti di ogni forma e dimensione, e per dimostrare il loro disgusto li hanno impacchettati e posizionati negli scaffali dei supermercati.

Un’azione a basso costo ma di sicuro impatto, che forse può farci riflettere su quanto poco ci voglia per tenere l’ambiente in cui viviamo.. vivibile.

inquinamento

via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *